Inaugurazione Mondo Donna 2015-2016 – Il futuro è di chi sa


mondodonna_2015-16_inaugurazione

Ospite d’onore della prima giornata sarà Cristina Donadio, protagonista della nuova serie “Gomorra” a seguire, alle 19.00 si terrà il Vernissage “Nel profondo annegare io semino” realizzato da Anna Crescenzi&Renata Petti sotto la direzione artistica di Intragallery.

cristina-donadio4

cristina-donadio3

6447 n

Cristina Donadio è uno dei volti più intensi che hanno attraversato il cinema italiano d’autore in questi anni. Attrice vitale, energica e passionale, a soli diciotto anni, ha debuttato al cinema in Il regno di Napoli di Schroeter. Dopo aver saltellato negli anni tra cinema e teatro, ha raggiunto la meritata notorietà nel 1993 interpretando Carmela, nel secondo episodio di Libera di Pappi Corsicato.

Nella sua carriera non ha mai amato i compromessi e le mezze misure e, dopo essere stata diretta da Liliana Cavani, da Pasquale Squitieri ed aver recitato al fianco di Sergio Castellitto, Claudia Cardinale, Fabrizio Bentivoglio, a teatro è diventata la musa di Enzo Moscato e ora protagonista di una delle serie di maggior successo.

Dopo i saluti iniziali di Lorenza Rocco Carbone, Governatrice 2015-16 Distretto 210, CARF Italia – International Inner Wheel; Maurizio Maddaloni, Presidente della Camera di Commercio di Napoli; Susanna Moccia, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriali della Provincia di Napoli; Ambrogio Prezioso, Presidente dell’Unione Industriali di Napoli; Silvestro Scotti, Presidente dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Napoli; interverranno:

  • Valeria Moffa, vice questore aggiunto che ci parlerà de “La Stanza di Alice”, una stanza di accoglienza per minori vittime di violenza assistita, un luogo gioioso lontano dagli uffici operativi, dove il gioco e la fantasia siano un momento di distacco, seppur per poche ore, dalla cruda realtà del loro vivere quotidiano. “La stanza di Alice” è un progetto nato presso il Commissariato si Scampia in collaborazione con l’Associazione Dream Team – donne in rete;
  • Olimpia Pasolini ci parlerà del progetto “Per…Corsi”, corso di cucina di base, di formazione e di orientamento al lavoro per un gruppo di donne dell’area nord di napoli –  pensato dall’Associazione Dream Team – donne in rete in collaborazione  con l’Istituto Alberghiero Vittorio Veneto di Scampia.
  • Tra gli ospiti ci sarà anche la Prefetto di Napoli Maria Gerarda Pantalone che ci parlerà della sua esperienza professionale.

 

A seguire, alle 19 si terrà il Vernissage “Nel profondo annegare io semino” realizzato da Anna Crescenzi&Renata Petti sotto la direzione artistica di Intragallery.

Clicca sulle sezioni per i contenuti extra:

I protagonisti

Celeste Condorelli

https://youtu.be/FlzU4qMaK0c

Cristina Donadio

Valeria Moffa

Olimpia Pasolini

Maurizio Maddaloni

Ambrogio Prezioso

Susanna Moccia

Silvestro Scotti

Lorenza Rocco Carbone

Il comunicato stampa

COMUNICATO STAMPA

 

“Il Futuro è di chi sa”: primo appuntamento della IV° edizione di Mondo Donna, il ciclo di incontri della Clinica Mediterranea sull’universo femminile e la salute in generale

 

Napoli, 14 ottobre 2015 – E’ dedicato all’informazione l’incontro dal titolo “Il futuro è di chi sa”, il primo appuntamento della quarta edizione di Mondo Donna, l’iniziativa della Clinica Mediterranea dedicata ai grandi temi dell’universo femminile e della salute della famiglia in generale.

L’evento inaugurale è in programma oggi, alle ore 17, presso la Sala Convegni G. Zannini della Clinica Mediterranea (in via Orazio 2).

 

Qui, attraverso le testimonianze di chi è riuscito ad emergere grazie alla conoscenza, all’impegno e alla passione, si cercherà di dare risposta ad un interrogativo: è possibile rendersi artefici del proprio destino?

 

Studi e dati statistici, infatti, attestano che le condizioni di salute dei cittadini sono correlate al livello di istruzione, peggiorando sensibilmente nelle persone con titolo di studio meno elevato.

Secondo il Rapporto Istat “Le dimensioni della salute in Italia” del settembre 2015, coloro che hanno conseguito un titolo di studio più elevato godono, mediamente, di un migliore stato di salute rispetto al resto della popolazione. Tale associazione sembrerebbe mediata dal legame individuato tra livello di istruzione e stili di vita. Gli individui con basso titolo di studio non solo hanno più frequentemente stili di vita che influiscono negativamente sullo stato di salute generale di cui godono, ma anche una minore propensione a ricorrere a visite specialistiche, particolarmente utili per la diagnosi precoce di alcune patologie; inoltre, risultano più esposti a fattori di rischio ambientali, anche legati all’esperienza lavorativa.

Nel 2013, tra chi non ha alcun titolo di studio o ha conseguito la sola licenza elementare, c’è il 20% che dichiara di stare male o molto male a fronte del 3% delle persone con laurea o diploma di scuola media superiore e del 6,4% delle persone con licenza di scuola media inferiore. Inoltre, la popolazione con basso titolo di studio, che si trova più frequentemente in condizioni socio-economiche sfavorevoli, è colpita in misura più rilevante da patologie cronico-degenerative. Fra quanti hanno una licenza di scuola elementare o nessun titolo di studio, il 40,6% è affetto da almeno una malattia cronica grave, contro il 9,8% dei laureati e diplomati.

 

Ospite d’onore de “Il futuro è di chi sa” è Cristina Donadio, protagonista della nuova serie “Gomorra”

 

Dopo i saluti iniziali di Lorenza Rocco Carbone, Governatrice 2015-16 Distretto 210, CARF Italia – International Inner Wheel, Maurizio Maddaloni, Presidente della Camera di Commercio di Napoli, Susanna Moccia, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriali della Provincia di Napoli, Ambrogio Prezioso, Presidente dell’Unione Industriali di Napoli, Silvestro Scotti, Presidente dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Napoli, i lavori proseguiranno con gli interventi di Valeria Moffa, vice Questore Aggiunto della Questura di Napoli e Olimpia Pasolini, Dirigente Scolastico dell’Isis “Vittorio Veneto” di Napoli.

Tra i relatori anche il Prefetto di Napoli Maria Gerarda Pantalone.

 

A seguire, alle 19, si terrà il Vernissage “Nel profondo annegare io semino” realizzato da Anna Crescenzi&Renata Petti sotto la direzione artistica di Intragallery.

 

In particolare, i proventi della vendita di alcune opere delle due artiste Crescenti e Petti saranno donati a “Dream Team” di Scampia, l’associazione che, attraverso una rete di professioniste volontarie, gestisce uno sportello giornaliero di accoglienza, centro antiviolenza, orientamento al lavoro, accompagnamento psicologico e primo ascolto legale, oltre a svolgere nel pomeriggio corsi gratuiti per il self empowerment, benessere psicofisico, formazione professionale e sport per adolescenti come strumento di inclusione sociale.

I proventi della donazione saranno destinati a far continuare alcuni progetti in corso presso l’associazione: un corso di yoga per le donne del territorio, un percorso di benessere e di cura come prevenzione o completamento ai servizi dello sportello e la DreamTeam Arciscampia, una squadra di calcio femminile per circa 15 adolescenti, dove il calcio diventa uno strumento di inclusione sociale, per accompagnarle in percorsi diversi di vita.

 

Mondo Donna proseguirà, poi, con altri dieci incontri che si svolgeranno – sempre di mercoledì – fino a giugno del prossimo anno.

 

Focus della nuova edizione il tema dei ‘Miti’: i vari incontri scatteranno infatti una fotografia sulle ‘credenze’ vere o false che ruotano intorno ai principali temi della salute nell’intento di fornire dei chiarimenti efficaci dal punto di vista medico – scientifico: dalla sana e corretta alimentazione al consumo di droghe, dalla malattia mentale al mondo dei vaccini e della prevenzione generale, fino alla salute di mamma e bebè.

 

Scopo dell’iniziativa è di accrescere le competenze necessarie affinché le persone siano protagoniste attive di uno stile di vita più sano, corretto e all’insegna del benessere.

 

Siamo liberi di scegliere, scegliere se farci curare o prenderci cura di noi, di avere cura del nostro corpo o lasciarci andare, di partorire naturalmente o con un taglio cesareo. Ma siamo veramente liberi di scegliere se non abbiamo gli strumenti per operare scelte consapevoli? È questa la domanda che ci siamo posti in fase di progettazione del quarto ciclo di incontri “Mondo Donna”, spiega Celeste Condorelli Amministratore Delegato della Clinica Mediterranea e ideatrice del progetto Mondo Donna.

 

In allegato il programma completo degli incontri Mondo Donna 2015/2016

 

La CLINICA MEDITERRANEA è una struttura privata di eccellenza nella sanità campana. Accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale, ospita attività ad elevata specializzazione. Fondata nel 1949, ha costituito nel tempo delle equipe stabili, formate da personalità di spicco nel mondo della sanità e caratterizzate da un’elevata interazione tra le diverse specialità. Certificata in qualità a norma UNI EN ISO 9001/2008, la Clinica Mediterranea è una struttura all’avanguardia per i servizi e le attività proposte in particolare l’alta specialità del Cuore e il Nido per tre, la prima sala parto familiare del centro sud Italia, inaugurata anche per tentare di contrastare il triste primato mondiale della Campania per numero di parti cesarei, numero che dal 2006 al 2011 è ulteriormente cresciuto dal 60,6% al 62,4% dei casi. Negli ultimi sessant’anni alla Clinica Mediterranea sono nati oltre 50mila napoletani.

 

Clinica Mediterranea – via Orazio 2 – info: mondodonna@clinicamediterranea.itwww.clinicamediterranea.it – Tel. 081 7259730

Rassegna stampa

Visita l’apposita sezione per la rassegna aggiornata:

Rassegna stampa

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>