Ambulatorio isteroscopia SSN


ambulatorio isteroscopia

L’Ambulatorio di isteroscopia in funzione presso la Mediterranea è ubicato al IV piano.

Gli esami vengono eseguiti in regime di convenzione con il SSN  previo pagamento del ticket sanitario, rispettando le esenzioni quando previste. Tale centro fa capo al dott. Gennaro Raimondo.

Per informazioni e prenotazioni esami: 081 7259 222 (Clicca qui per informazioni sugli orari)

In alternativa clicca sul seguente pulsante per farti richiamare:

PRENOTA ORA

PRINCIPALI ATTIVITÀ AMBULATORIO ISTEROSCOPIA

Presso l’ambulatorio di isteroscopia si esegue l’isteroscopia diagnostica che ha come obiettivo principale lo studio della cavità uterina e del suo epitelio di rivestimento –  l’endometrio -, affiancandosi in questo percorso all’esame ecografico, collocandosi  tuttavia nei suoi confronti come indagine di secondo livello.

Attualmente la stessa metodica tra molti sforzi e difficoltà comincia a proporsi anche come mezzo diagnostico per la ricerca di talune patologie del canale cervicale: la tecnica viene definita ENDOCERVICOSCOPIA e si offre come supporto alla colposcopia ed alla citologia.

L’esame isteroscopico ed endocervicoscopico è ambulatoriale: con tale termine si vuole intendere qualsiasi procedura che crea solo un minimo disconfort, che non richiede particolari preparazioni, nessun tipo di anestesia e che infine consente la ripresa della normale attività lavorativa fin da subito senza che sia necessaria alcuna altra terapia.

Perché l’esame abbia buon fine è necessario il rispetto di alcune regole rappresentate innanzitutto dal rispetto delle indicazioni e delle controindicazioni, quest’ultime davvero poche:

  • carcinoma della cervice clinicamente evidente;
  • flogosi acuta dell’organo (P.I.D);
  • flusso mestruale in atto;
  • gravidanza.

La presenza di sangue (metrorragia) e talune cardiopatie sono comunemente ritenute controindicazioni relative.

INDICAZIONI ATTUALI ALL’ISTEROSCOPIA DIAGNOSTICA

Sanguinamento uterino anomalo, infertilità e  sterilità, quadri ecografici  anormali, diagnosi e stadiazione del cancro dell’endometrio, monitoraggio del trattamento medico delle iperplasie atipiche, ricerca e rimozione di iud scomparso, pap test anomalo con colposcopia negativa, controllo dell’endometrio nelle operate di K-mammario che assumono Tamoxifene , in pazienti con pregressa mola vescicolare; prima del II tempo dei miomi G2 , nei casi di polipo cervicale (polipo sentinella) poiché spesso questa patologia si associa ad un polipo della cavità, ad un mioma o ancora più raramente ad un K-endometriale.

L’esame che ha generalmente una durata variabile da 1 a 3 minuti viene eseguito distendendo la cavità uterina con mezzo gassoso (CO2) o liquido (sol. salina, sol. urologiche, Ringer ): ogni operatore ha le sue preferenze, ogni mezzo ha i suoi pregi ed i suoi difetti.

Naturalmente la domanda che viene rivolta al medico più frequentemente è se l’indagine risulta dolorosa o solo fastidiosa e se è preferibile dunque farla in sedazione.

Dall’esperienza generata in seguito a 14,000 isteroscopie diagnostiche, la componente “dolore” in questa indagine dipende da più fattori:

  1. manualità dell’operatore;
  2. stato d’ansia della paziente;
  3. presenza di sinechie del canale cervicale;
  4. ambiente dove si esegue l’esame.

Quest’ultimo aspetto sembra non essere meno importante degli altri: un ambiente riservato, dedicato, che consenta semmai la presenza di un familiare rende l’esame più accettabile che in altre opposte situazioni.

La paziente in genere può riprendere la propria attività immediatamente e completamente lasciando l’esame solo qualche piccolo fastidio come una modesta perdita ematica presente per alcuni giorni.

Presso la Mediterranea è  possibile poi eseguire la parte operativa dell’isteroscopia.

Essa può essere eseguita:

  • ambulatorialmente senza anestesia e senza degenza – office surgery hysteroscopy
  • oppure in sala operatoria in anestesia generale ed in regime di ricovero di poche ore con una preospedalizazione – chirurgia resettoscopica.

Interventi realizzabili con la” office surgery hysteroscopy”(chirurgia ambulatoriale):

  1. resezione di polipi cervicali e della maggior parte dei polipi endometriali;
  2. asportazione di piccoli miomi;
  3. lisi di sinechie di I o II grado (in quelle di III grado in genere si associano le due chirurgie);
  4. recupero di i.u.d.;
  5. rimozione di corpi estranei  (per es. metaplasia ossea);
  6. bopsia mirata di zone sospette dell’endometrio;
  7. sterilizzazione tubarica permanente (per quest’ultima tecnica potrebbe essere necessaria una leggera sedazione);
  8. riposizionamento di uno IUD disceso nel canale cervicale.

Interventi realizzabili con la resettoscopia:

  1. miomectomia (miomi sottomucosi GO, G1, G2);
  2. polipectomia endometriale (di formazioni polipoidi particolarmente grandi);
  3. metroplastica;
  4. trattamento delle metrorragie recidivanti e ribelli a terapia medica mediante l’impiego di una tecnica nota come ablazione endometriale isteroscopica (vedi oltre le condizioni permittenti l’intervento)
  5. istmocele;
  6. cervicocele;
  7. adesiolisi.

Staff

Fare clic per attivare o disattivare


Dott. Gennaro Raimondo

|   Medico Chirurgo Ostetricia & ginecologia   |   U.O. Ostetricia & ginecologia